Coccole

Coccole Mi accarezzo. Mi preparo. Organizzo i pensieri e i miei desideri concentrandomi su di te, per te. Vezzeggio il mio corpo e lo massaggio, lo rilasso e profumo. Per accoglierti. E stregarti. Passione è il mio vero nome. Torrida e oscena la mia natura. Non hai idea di che cosa hai scatenato, quando haiContinua a leggere “Coccole”

Toccami

Toccami Fai sprigionare dal mio corpo il profumo della passione. Eccitati. Senti il sangue che fa crescere la tua virilità. Prova l’urgenza di possedermi. Forse potrei dirti di smettere: senti il tuo cuore impazzire di brama. Non potrai pensare ad altro, fino a che io non avrò detto di si. E godi di me. FinoContinua a leggere “Toccami”

L’amore può essere disperato

L’amore può essere disperato Poverino: su di me mio marito esercitava un controllo totale. Mi comandava a bacchetta. E io stupida cercavo pure di compiacerlo. Mi sembrava naturale. A volte quando mi scopava all’inizio riuscivo anche a venire. Francamente, pensavo che l’amore fosse quello. Venivo da un paesino di montagna: centocinquanta anime. Non avevo conosciutoContinua a leggere “L’amore può essere disperato”

Hai vinto: adesso adorami

Hai vinto: adesso adorami Non avrei mai pensato che un rapporto d’amore potesse essere così coinvolgente. E con una donna, per giunta! Dio, le capriole che ti fa fare la vita! Sei solo la figlia giovanissima e disinibita del ristoratore proprietario del locale dove dovremo tenere il mio banchetto di nozze! Cazzo, mi devo sposareContinua a leggere “Hai vinto: adesso adorami”

Stringi di più

Stringi di più Affonda pure le tua unghie nelle mie natiche. Fammi soffrire, doma la mia indole ribelle. Fai uscire il sangue dalla mia anima. Chinati e con le dita aprimi la fica: leccala e fammi sentire che disegni lettere tra le mie labbra intime. Continua finché non mi farai venire.  Infilami qualcosa nel culoContinua a leggere “Stringi di più”

Mi spoglio per te

Mi spoglio per te Ho venticinque anni. Le ho provate tutte: cameriera, commessa in un negozio di aeromodellismo, in una tabaccheria, in un minimarket di alimentari. Regolarmente il titolare, chiunque fosse, quando eravamo da soli finiva per mettermi le mani addosso e dovevo andarmene, con sul mio corpo esile gli sguardi infuriati e nelle orecchieContinua a leggere “Mi spoglio per te”

Flusso di emozioni tra noi

Flusso di emozioni tra noi C’è poco da fare: mi fai incazzare. Di continuo. Ogni giorno porta la sua croce. Però segue la notte, con la sua delizia segreta. La tua razionalità fa acqua da tutte le parti e, come t’ho sempre detto, anche in un grande amore resta sempre un’incompatibilità di fondo notevole eContinua a leggere “Flusso di emozioni tra noi”

La tua arma migliore

La tua arma migliore Non è la tua classe, né la tua intelligenza. E neppure la rete di contatti che ti permette di fare affari con mezzo mondo e portare benessere in casa. Non è la tua pazienza. Non è il tuo gusto per le cose belle e costose di cui ti circondi e aContinua a leggere “La tua arma migliore”

Ti aspetto

Ti aspetto Sono bella come una dea. Profumo della passione più urgente, vivo per te il brivido dell’emozione più pura. E non vedo l’ora che arrivi. Da qualche giorno sono totalmente concentrata su di te. Tu quindi corteggiami, adorami, viziami e desiderami come si desidera il perdono da una madre. Non voglio altro che ilContinua a leggere “Ti aspetto”

No, nessun ripensamento

No, nessun ripensamento  Tranquilla. Lui è impegnato col suo nuovo giocattolo. Si diverte con la sua più recente “conquista”: una troietta giovane ma molto astuta. Fica ancora stretta e tettine di marmo. Culo alto ma già ben spanato, la puttanella se lo lavora e poi spolpa per bene, l’idiota di casa. Sento il suo profumo daContinua a leggere “No, nessun ripensamento”

Allora?

Allora? Confessa: mi stai lasciando, vero? Non hai il coraggio di dirmelo in faccia. Lo so: qualcuno m’ha già detto tutto. Mi fai pena. Ti odio. Forse mi mancherai, però. Forse; perché è l’idea della solitudine, ciò che più mi pesa sull’anima. È una sensazione strana. E poi ti mancherà il mio respiro lento eContinua a leggere “Allora?”

Temperatura critica

Temperatura critica Che bello percepire il calore del tuo corpo accanto al mio prima di fare l’amore. E il tuo odore personale che mi avvolge, poi! Posso sentire chiaramente i pensieri che ti si accavallano nella testa. Non sai più se pensare a quella visita medica che devi fare domani, al lavoro, ai figli, allaContinua a leggere “Temperatura critica”

Freno a mano tirato sull’argine

Nessuno è mai all’altezza. Io lo so… Poi però…  c’è chi si mette sulle punte. E diventa una meraviglia. (Chiara Bottini) http://www.atenablogs.tumblr.com Freno a mano tirato sull’argine Due solitudini testarde. Che non comunicano più. Immerse ciascuna in un oceano di sentimento inespresso. Con dentro un’arsura d’amore enorme. Posta dell’anima non recapitata: segnali respinti al mittente.Continua a leggere “Freno a mano tirato sull’argine”

Artigianato di un cuore

Artigianato di un cuore Ci vogliono molta cura e assoluta discrezione. Poi anche pazienza. E buongusto: tanto. Ornare una bella donna, farla rimanere stampata nella mente di chi la incontra, vuol dire apprezzarla e adorarla per ciò che è. Ognuna di loro su questa Terra fa storia a sé ed è a suo modo unContinua a leggere “Artigianato di un cuore”

Mi rimetto in gioco

Mi rimetto in gioco Voglio coccolarmi. Sono arcistufa di chi mi fa male all’autostima, di chi cerca di controllarmi e mi nega il suo affetto durante il giorno, ma poi mi cerca per le sue voglie di notte. Anch’io ho un’anima. Anch’io ho bisogno d’amore. E sono stufa di sentirmi umiliata.  Si, certo: a unaContinua a leggere “Mi rimetto in gioco”

Giochiamo?

Giochiamo? Giocare con te è la cosa che mi piace di più. Perché sei la mia donna: sei mia esclusiva proprietà d’amore. Mi accogli: fino in fondo. Ovunque, nel tuo corpo. E godi come una pazza. Ti lasci andare totalmente. Sei pura e sfrenata libidine. Mi stuzzichi, mi sfotti, mi sfidi e quando siamo aContinua a leggere “Giochiamo?”

Pomeriggio di caffè intimo

Pomeriggio di caffè intimo Quante lacrime ci possono stare, in un pomeriggio nero di neve invernale? Quanto pesano sulle gote, ogni volta che scendono giù? Quanto mi manchi? Solo sentire il frusciare del nylon delle tue calze, quando passavi vicino alla mia scrivania, mi rasserenava. Era il suono dell’amore, per me.  Non concedi mai unaContinua a leggere “Pomeriggio di caffè intimo”

Frutto maturo

Frutto maturo I miei pensieri per te stamattina sono numerosi e pieni di inaspettata dolcezza, proprio come i chicchi di una mela granata. Non riesco proprio ad atterrare. Penso che per passare la giornata oggi mi affiderò al pilota automatico. Lui è efficiente ma freddo, come questo cielo cupo d’inverno. Composto e impenetrabile, sorridente perfino,Continua a leggere “Frutto maturo”

Letto di vedova

Letto di vedova A volte la notte mi sentivo sola, disperatamente. Avevo un disperato bisogno di essere amata, di sentirmi abbracciata stretta. Così stretta da non poter respirare. Stretta da dire “lasciami: mi fai male” e comunque non cercherei certo di divincolarmi, anzi! Mio marito purtroppo m’ha lasciata due anni fa e grazie a DioContinua a leggere “Letto di vedova”

A un certo punto della storia dell’umanità

La bellezza… non è questione di pelle… ma d’umore. (Jacques Séguéla) http://www.atenablogs.tumblr.com A un certo punto della storia dell’umanità T’arriva quando meno te l’aspetti. L’avevi vista già mille volte; incazzata, scomposta, con le occhiaie del ciclo. Poi eccola improvvisa: un’immagine sparata dritta al centro esatto dei tuoi sensi e null’altro ha più importanza. Lei èContinua a leggere “A un certo punto della storia dell’umanità”

Mi devi dire chi sei

Mi devi dire chi sei Dimmelo: raccontami dei tuoi fallimenti e delle tue titubanze, delle rinunce. Fatte per paura, per pudore, o magari per colpa di qualcuno che t’ha sbarrato la strada. Pura cattiveria. Non mi interessa sapere quanti traguardi e quanti complimenti – gratuiti, sentiti o falsi – t’abbiano fatto. Non servono a molto.Continua a leggere “Mi devi dire chi sei”

Un vero dramma sociale

Un vero dramma sociale Il problema di quando sei innamorato è che gli altri si aspettano che tu ti comporti normalmente. Ma non capite che amare è follia pura? La matematica e il buonsenso non esistono più. Per chiunque. Se ci sono uno sguardo e un sorriso nella mente. RDA

Lingua e interessi divergenti

Lingua e interessi divergenti Lei chatta col marito lontano e intanto lui la intrattiene piacevolmente. Con la sua lingua. Lingua che lecca, che gode e s’infila ovunque. Che guizza e provoca puro godimento a entrambi. Le lingue ingannano, blandiscono, feriscono. Non hanno filtri né pietà. Danno speranze o uccidono. Senza guardare in faccia nessuno. LeContinua a leggere “Lingua e interessi divergenti”

La culla di vimini

La culla di vimini Non avrei mai immaginato sarebbe sbocciato un bellissimo fiore, dal mio groviglio di paure profonde. Eppure vedo negli uomini il palese riflesso del desiderio per la mia persona, il sincero piacere da loro provato nell’annusare il mio odore o nell’incrociare il mio sguardo tagliente. Tutto viene malcelato dietro le loro frasiContinua a leggere “La culla di vimini”

Volontà ferrea

Volontà ferrea Ero veramente decisa a smettere quello strazio. Lui è divorziato, bello da morire e collega insegnante nello stesso distretto scolastico. Lo incrocio spesso. Ma tra tante ragazze in città, o colleghe anche loro sposate e più giovani di me che gli sbavano comunque dietro anche oggi, lui aveva deciso di rompere l’anima aContinua a leggere “Volontà ferrea”

Lo sta lasciando

Lo sta lasciando È bellissima. Il suo corpo ha il vigore e l’elasticità dei trent’anni. Ma accanto a lui la sua mente e il suo cuore avevano presto raddoppiato l’età anagrafica. Ieri però ha conosciuto un suo coetaneo: che è bellissimo, forte, positivo e istintivamente le ispira fiducia. Abita vicino al suo palazzo. Poi, aContinua a leggere “Lo sta lasciando”